VESOD – RESPIRA – 13 GOAL – AGIRE PER IL CLIMA

PIAZZA VITTORIO VENETO CAVAGNOLO

Vesod – Respira

L’opera è stata realizzata per la terza edizione del festival UAF, “The Global Goals”. Nello specifico, il dipinto murario si ricollega al punto 13 dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile, “Agire per il clima”.

Per la realizzazione dell’opera in conformità al suddetto punto, l’artista ha selezionato un tema che si lega strettamente alle vicissitudini passate del Comune di Cavagnolo, luogo in cui è stato realizzato l’intervento artistico. Infatti, nel considerare le problematiche relative all’amianto e le relative conseguenze e impatto sulla vita dei cavagnolesi, Vesod ha deciso di adattarvi il tema del respiro, non soltanto dal punto di vista della respirazione “meccanica”, ma anche da una prospettiva mentale, “spirituale”. Citando direttamente le parole dell’artista, l’opera intende veicolare l’idea del tentativo e della possibilità di “respirare mentalmente nonostante i problemi causati da Eternit”

Inquinamento, malattie e morte sono tre delle dirette conseguenze che derivano dall’utilizzo dell’asbesto; in luoghi come Cavagnolo, che nel passato si vedeva sede dell’azienda Saca, poi diventata Eternit, che lavorava la crocidolite alias “amianto azzurro”, tali problematiche si infittiscono ulteriormente, infliggendo gravi danni sulla salute sia fisica che mentale della comunità. Liberarsi da tale strumento di distruzione umana, nonché ambientale, significa riacquisire aria pulita. In altre parole, Respiro. 

L’attenzione e la cura dell’artista nei confronti della “località” non si limitano al solo livello concettuale. Infatti, per la realizzazione dell’opera, Vesod ha deciso di richiamarsi all’architettura dell’Abbazia di Santa Fede, sita a Cavagnolo, evocata nel gioco di trasparenze e sovrapposizioni realizzate con gli altri due elementi presenti nel dipinto, ossia il cielo e la figura della donna che, riprodotta in quattro angolazioni differenti, rivela un atteggiamento che sembra evocare la riappropriazione del respiro.

Intervento organizzato da AK LAB e Urban Art Field realizzato grazie al contributo e al sostegno del Comune di Cavagnolo.  Sponsor Tecnici Laboratorio Gruppo5 Pagetto Paolo SAS – Edilizia e CeramicheALG Noleggio Piattaforme Aeree

Photo e video credits : Livio Ninni

Music Credits : Logarithm

Vesod, classe 1981, è uno urban artist torinese di fama internazionale. Da sempre interessato all’arte, grazie anche all’influenza esercitata dal padre, il pittore surrealista Dovilio Brero, la sua carriera artistica ha inizio negli anni Novanta, quando approda nel mondo dei graffiti.

Nel tempo Vesod ha sperimentato tecniche e stili differenti, a partire dall’utilizzo degli spray, fino ad abbandonarli a favore di pennelli e pittura murale. 

Dal punto di vista stilistico, le sue opere mostrano tratti assimilabili, da un lato, all’arte rinascimentale e, dall’altro, al futurismo. Una doppia influenza apparentemente inconciliabile, ma che l’artista ha sapientemente impiegato per ricercare artisticamente l’armonizzazione delle proporzioni anatomiche e delle dinamiche futuristiche, risultando in uno stile unico, plasmato altresì dalla matematica, ambito in cui ha conseguito i propri studi universitari. 

vesod-respira
vesod-urban-art-field-1

“I start to paint this wall in february and I finish to paint it now, due to the lockdown period. The concept was dedicated to the people who lose their life because of the asbestos industry. Indeed “Respira” means “Breathe” in English and the painting somehow reflects the current situation”

ULTIMO INTERVENTO

vesod-respira

Nice and the Fox - Growing each other - GOAL 4 - Istruzione di qualità

L’opera, realizzata sulla parete esterna dell’Istituto Comprensivo del Comune di Brusasco, si rivolge ai più piccoli e ha l’intento di illustrare l’importanza del rientro a scuola e della didattica in presenza.