WASP CREW – LA SALVEZZA

PIAZZALE LICEO ISAAC NEWTON

CHIVASSO (TO)

La storia dell’umanità è un susseguirsi di cambiamenti, catastrofi e guerre. Attualmente , da come abbiamo notizia, ci troviamo ad affrontare una grande tragedia dei nostri tempi.

Citando “il sole24ore:  “la peggiore crisi migratoria, dalla Seconda Guerra mondiale. Un esodo di milioni di profughi, condannati a una vita di miseria, in fuga dalle guerre che dilaniano Medio Oriente e Africa ”.

La “Zattera della medusa”(1818-1819) di Théodore Géricault, è una delle opere della storia dell’arte occidentale più conosciute ed importanti in cui viene rappresentato un fatto di cronaca. Il quadro in questione fu ispirato da una tragedia, il naufragio della fregata francese “ Méduse”, avvenuto nel 1816.

Ed è proprio da quest’opera che è iniziato il progetto, ridimensionando l’equipaggio della zattera ed includendo i profughi d’oggi tra i sopravvissuti del “Meduse”, con l’intenzione di raccontare una tragedia odierna attraverso l’iconografia di una tragedia passata. Inoltre sulla zattera (a destra) viene inclusa la figura di Caronte, “nocchiero dell’oltretomba di Greci, Etruschi e Romani, che trasporta oltre il fiume Acheronte le anime dei morti: in bocca a questi si usava porre una moneta come obolo per il traghetto nella sua barca.”

Questa figura mitologica incarna l’attuale scafista. Infine in alto a destra vi è l’opera “La Porta di Lampedusa, Porta d’Europa” di Domenico Paladino. Posta “sul primo scoglio per essere avvistata dai barconi , […] L’Italia finisce qui, dopo c’è solo il mare. Su questo promontorio che guarda a sud hanno “piantato” qualcosa per ricordarli per sempre, uno per uno. Neri e bianchi, islamici e cattolici, vecchi e bambini. Tutti i morti delle traversate del Mediterraneo. E’ una porta puntata verso l’Africa.”

WASP CREW

Wasp è il nome della crew creata da due street artist italiani – Eddyone a.k.a. Edoardo Kucich e Ride a.k.a. Gabriele Guareschi. Collaborano dal 2007. Iniziando come una squadra, ognuno lavora secondo il proprio stile. Nel 2015 hanno unito le loro capacità e creatività per creare murales che affrontano questioni contemporanee della nostra società

« La zattera condusse i sopravvissuti alle frontiere dell’esperienza umana. Impazziti, assetati e affamati, scannarono gli ammutinati, mangiarono i loro compagni morti e uccisero i più deboli. »

Vai alla mappa!

PIAZZALE LICEO NEWTON

Chivasso (TO)

OPERA MURALE SU FACCIATA CECA

HOME